Switch Language

Magento: passato, presente e futuro

di Antonio Carboni, 9 marzo 2018

Magento muove i suoi primi passi con il nome di Bento nel 2007 da un’idea della Varien Inc. azienda con sede a Los Angeles. A causa di problemi legali l’azienda modifica successivamente il nome in Magento prendendo come riferimento il nome Mage (Mago), tipica figura dei giochi di ruolo americani.

In poco più di un anno la piattaforma open source raggiunge il milione di downloads e diventa negli anni il CMS di riferimento del settore ecommerce.
La sua popolarità è tale che nel 2010, il gruppo eBay decide di acquisire parte dell’azienda, pianificando di creare un ecosistema non ben specificato con eBay, Magento e Paypal chiamato X.commerce.
Contemporaneamente viene annunciato lo sviluppo di Magento2, una piattaforma per certi versi nuova, riscritta secondo più moderne tecnologie e metodi di sviluppo.
Purtroppo il sodalizio tra Magento e il gruppo eBay non porta a nessun risultato concreto e verso la fine del 2015 Magento diventa nuovamente indipendente. Nello stesso anno viene rilasciato in maniera stabile Magento2.

Magento ha fin da subito colpito tanti sviluppatori per l’architettura di sviluppo del software, che permette di costruire sistemi facilmente scalabili e modulari oltre a poter creare e gestire facilmente multipli website e store. E’ attualmente una delle piattaforme più utilizzate al mondo e questo consente di trovare tantissime estensioni per poter personalizzare la piattaforma secondo le proprie esigenze.
E’ un software stabile e garantisce delle alte performance agli e-shop, ed è inoltre SEO friendly in quanto presenta codice e tag ottimizzati.

Con le versioni successive alla 2, Magento si proietta verso lo sviluppo di un software molto più avanzato, utilizzando tecnologie moderne come parte integrante del suo core.
Tanto lavoro è ancora in corso per rendere Magento2 sempre più stabile e sicuro e la comunità internazionale viene coinvolta attivamente nei processi di sviluppo e di correzione dei bug.

Cosa ci riserva il futuro:

  • Bluefoot: integrazione con bluefoot, un potente sistema di gestione dei contenuti avanzati
  • Maggior supporto con le PWA.

 

NB: Se sei uno sviluppatore non puoi perderti il Contribution Day che si terrà a Milano al Mage Titans il prossimo 5 aprile http://www.magetitans.it/contribution-day-5-april-2018/.

infografica:magentoarticle

L'articolo era interessante? Vota