Switch Language

Come creare un E-Commerce

di Jessica Lussu, 12 febbraio 2014
5/5 (1)

Avete in mente di aprire una nuova attività nel campo dell’e-commerce? Spesso non si sa da dove iniziare e il progetto risulta molto fumoso per chi naturalmente è estraneo a questo mondo.

Cerchermo quindi di chiarire le idee su quali possano essere tutte le fasi nella creazione di un e-commerce e quali figure di esperti sono coinvolte.
Prima di prendere seriamente in considerazione l’idea di creare un e-commerce, fatevi queste tre semplici domande:

1) Perché il mio progetto e-commerce è vincente?

 

Parola chiave: distinguersi.

Se pensate che il vostro e-commerce potrà attirare i clienti solo per essere online.

Se credete che aprendo un negozio uguale a tanti altri possa tenervi da parte la fetta di fatturato che vi spetta.

Se il vostro motto è “basta esserci”. Preparatevi ad avviare un progetto fallimentare già dai suoi albori.

La base di un e-commerce di successo è avere chiaro in mente:

Cosa mi distingue dai miei concorrenti? Perché un mio potenziale cliente dovrebbe acquistare da me invece che, ad esempio, dal leader nel settore?

Se si ha la risposta a questa domanda è un ottimo punto di partenza.

 

2) Quanto tempo posso dedicare al mio e-commerce?

Capita spesso che il forte desiderio di aprire un negozio online offuschi il giudizio e faccia credere che sia affare semplice. Altre volte si pensa che una volta operativo l’e-commerce si automantenga e produca fatturato senza il nostro minimo intervento.

La realtà è che aprire e gestire un e-commerce è altrettanto impegnativo quanto un negozio fisico. Se avete già una attività che vi assorbe tutto il  tempo ed energie risulterà difficile aprire anche l’e-commerce (a meno che non ci vogliate rimettere in salute 🙂 ), dovrete avere quindi la possibilità di delegarne la gestione , almeno in parte, ad un vostro team fidato.

In ogni caso, durante tutto l’iter di creazione di un e-commerce dovrete occuparvi comunque della parte decisionale e direttiva. Tenetene conto.

 

3) Qual è il budget?

Un altro errore è iniziare il progetto senza avere una chiara idea del budget. O meglio, a volte lo si conosce (spesso coincide con il tetto limite per evitare di andare in rovina :)) ma quasi sempre non si ha idea dell’investimento necessario per coprire tutte le fasi di un progetto e-commerce.

E’ importante quindi informarsi, in modo da attribuire ad ogni step una fetta del budget, relegare qualche passaggio al “faccio da me” e per altri richiedere l’intervento di un consulente o un tecnico esperto.

Capita che durante la realizzazione siano state stabilite quote troppo basse e insufficienti per alcuni passaggi.

La verità è che per un e-commerce possono essere realizzate un milione di cose ma solo alcune sono davvero necessarie per la vostra tipologia di business. Dovrete quindi stabilire su cosa puntare, aumentare le quote del budget e permettere al professionista di fare un lavoro migliore per quel progetto in particolare.

Per aiutarti a rispondere a queste semplici ma fondamentali domande, elenchiamo in questo articolo quali possano essere le fasi nella creazione di un e-commerce.

Siete pronti ad iniziare?

Queste non sono altro che alcune fasi di un progetto e-commerce.
Siete pronti? Avete le idee più chiare, strategie e fondi?

Il team di Magenio vi augura l’unico ingrediente indipendente dal vostro controllo… la fortuna (:)) e vi augura che sia solo un elemento marginale per la riuscita del vostro progetto!!

Se hai già un e-commerce avviato e di successo lascia un commento dove racconti la tua esperienza, sarà sicuramente utile e stimolante.

L'articolo era interessante? Vota