Switch Language

Generazione Z: i consumatori di domani

di Bianca Casula, 28 novembre 2018

Il primo passo per una comunicazione aziendale efficace è un’analisi dettagliata del nostro pubblico di riferimento. E’ fondamentale conoscere le inclinazioni, le convinzioni, le aspirazioni degli individui del target che ci interessa.

Essere nati in un determinato momento storico influenza il modo di pensare, di agire, di comunicare ed incide sulle abitudini, sui ricordi e sui gusti della persona. In base alla generazione di appartenenza perciò cambiano anche gli strumenti di comunicazione, i messaggi e le offerte che è bene mettere in atto.social-1140x491

Entro il 2020 la Generazione Z, ovvero i nati tra la seconda metà degli anni Novanta e il primo decennio del secondo millennio, sarà il più vasto gruppo di consumatori in tutto il mondo. E’ interessante quindi capire come i comportamenti della Generazione Z differiscono dalle generazioni precedenti per saperli coinvolgere e saper soddisfare i loro bisogni.

Vediamo quindi le caratteristiche che li distinguono dagli altri gruppi di consumatori:

  • Sono nati tra il 1995 e il 2010;Copy of Copy of Millennials
  • Nativi tecnologici: sono i primi a essere cresciuti con pieno accesso alla rete e alle nuove tecnologie, e utilizzano una media di 5 dispositivi;
  • Hanno un arco di attenzione molto breve: 8 secondi. Bisogna tener conto di questo se si vuole far arrivare loro un messaggio. Il modo più efficace di comunicare per la Generazione Z è costituito da Instagram e Snapchat: una frase al massimo;
  • Sono molto consapevoli e preoccupati per l’impatto dell’uomo sul pianeta. Per questo dalle aziende esigono trasparenza in merito ai processi di fabbricazione di un prodotto e sono interessati alla responsabilità sociale e al rispetto dell’ambiente. Parole come naturale, sostenibile e organico hanno un forte impatto su di loro;
  • Nell’apprendimento si mostrano molto indipendenti. Ricorrono a Internet per tutto, e lì si imbevono di tutorials. Gli youtuber sono i loro maestri e sono considerati autentici guru;
  • L’immagine viene prima delle parole. Per questo Instagram è il loro terreno di comunicazione preferito: rapido, con fotografie e breve. Questo può comportare loro, inoltre, seri problemi di comunicazione;
  • Hanno l’imprenditorialità nel proprio DNA. Quasi i ¾ dei giovani della Generazione Z sognano di avviare un’attività propria in futuro;
  • Nati o cresciuti in piena crisi economica sono attenti a come spendono il proprio denaro, cercano prodotti dalle caratteristiche uniche che siano in grado di esprimere la loro identità;
  • Questo gruppo generazionale mostra sentimenti positivi nei riguardi della crescente diversità etnica e sono più disposti rispetto ai loro predecessori ad includere nella propria cerchia sociale persone di diversi gruppi etnici e religioni.

 

futureproofgenz__detailsQuindi come conquistare questi nuovi consumatori?

  1. Comunica a livello visuale attraverso molteplici dispositivi;
  2. Keep it short: evita ridondanza e prolissità, vai dritto al punto;
  3. Dai loro potere di personalizzazione: la Generazione Z non ama gli schemi pre-confezionati;
  4. Mostra il dietro le quinte: cresciuti scattando immagini di qualsiasi tipo e scambiandole immediatamente con gli amici, dalle aziende si aspettano la stessa spontaneità. Per coinvolgerli è importante quindi far vedere il lato umano dell’azienda e la quotidianità;
  5. Punta sui social: entrare in contatto con loro attraverso un sito aziendale, per quanto ben fatto, è praticamente impossibile. È necessario quindi essere presenti sui social media con contenuti brevi e soprattutto, come abbiamo già detto, con immagini e video.

 

Magenio Ecommerce Specialist e Social Media Manager per Aziende:
3474358018
Via Roma 235, Cagliari
Facebook: Magenio

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA!

 

L'articolo era interessante? Vota